HANSEN

Per salvare gli elefanti in pericolo l’IFAW li trasporta altrove

Elephant relocation in Ivory Coast

CRONACA – L’IFAW sta spostando gli elefanti di una zona dove rischiano l’estinzione per il loro habitat compromesso a un parco nazionale.
L’hanno chiamata «mammoth rescue mission» e sta accadendo in Costa d’Avorio, un paese africano dove l’elefante è simbolo e l’emblema sulla bandiera del paese, oltre che apparire sullo scudetto dei calciatori della nazionale di calcio.
Peccato, però, che nella nazione i pachidermi siano in via di estinzione. Ne sono rimasti solo 800 in libertà, ma la loro vita è nel mirino dei bracconieri e dei contadini che li cacciano perché danneggiano le coltivazioni. Fortunatamente c’è l’IFAW, il fondo internazionale per la salvaguardia degli animali che pensa a loro. E non per modo di dire, perché mettere in salvo un elefante è un’opera di ingegneria idraulica e veterinaria non da scherzo.
Grazie ad una task force «terra-gru-aria», l’impresa è riuscita con successo. Dodici elefanti sono stati prima localizzati e quindi sedati con una gigantesca dose di sonnifero (circa due litri iniettati con delle siringhe sparate a distanza). Una volta legati (a mo’ di salami) ci ha pensato una gru ad alzarli e a depositarli in un container sul quale hanno affrontato il viaggio della salvezza, da Daloa, città vicina alla foresta dove si trovavano, al parco nazionale di Assagny, 250 miglia più a Nord.
La stessa cosa è accaduta qualche tempo prima con 83 elefanti in Malawi.

facebookfacebook