I trichechi hanno attaccato e affondato una nave della Marina russa nell’Artico

bull-walrus-1030287_960_720

CRONACA – In una specie di strano momento tra uomo e natura, una nave della marina russa è stata attaccata e affondata da un tricheco durante una spedizione nell’Artico, secondo quanto riportato da Barents Observer.

L’Altai, un rimorchiatore della flotta settentrionale della marina russa, era salpato nella seconda metà di settembre verso l’arcipelago di Franz Josef Land nell’Artico trasportando ricercatori della Russian Geographical Society.

“Le latitudini polari sono piene di molti pericoli”, ha pubblicato il gruppo di ricerca in un recente aggiornamento della stampa.

Uno di quei pericoli è apparentemente dato dai trichechi, animali mostruosamente grandi che possono pesare fino a qualche migliaio di chili e possono essere abbastanza feroci quando minacciati.

Per scendere a terra dall’Altai, i ricercatori e gli altri partecipanti alla spedizione hanno dovuto fare affidamento su mezzi da sbarco più piccoli.
Durante uno sbarco, il “gruppo di ricercatori ha dovuto fuggire da un tricheco femmina, che, pur proteggendo i suoi cuccioli, ha attaccato la nave da spedizione”, ha detto la flotta del Nord.

La marina ha aggiunto che “sono stati evitati gravi problemi grazie alle azioni chiare e ben coordinate dei membri del servizio della flotta settentrionale, che sono stati in grado di portare la barca lontano dagli animali senza danneggiarli”.

Il Barents Observer riferisce anche che un drone veniva utilizzato in prossimità dei trichechi e non è chiaro se questo sia ciò che abbia scatenato l’aggressione.

Mentre i militari russi non menzionano alcuna perdita di equipaggiamento, la Geographical Society ha avuto qualcosa in più da dire su ciò che è accaduto.
“I trichechi hanno attaccato la barca partecipante”, ha spiegato il gruppo di ricerca. “La barca affondò, ma la tragedia fu evitata grazie alle chiare azioni del leader della squadra. Tutti i partecipanti all’atterraggio hanno raggiunto la riva in sicurezza.”

facebookfacebook