“PIACERE DI CONOSCERTI – Capire i cani con le motivazioni di razza” di Elena Garoni

EDITORIA – In libreria dal 17 gennaio il nuovo libro di Elena Garoni “PIACERE DI CONOSCERTI – Capire i cani con le motivazioni di razza” edizioni TEA.

Levrieri, segugi, retriever, terrier, lupi, meticci, cani da compagnia, cani giapponesi e cani da acqua: una galleria irresistibile di ritratti di cani, un capitolo dedicato ad ogni razza e tipologia. Un libro che attraverso le motivazioni di razza, aiuta a capire la personalità di un cane, cioè quello che il cane si aspetta dal mondo e cosa cerca nel mondo, per arrivare a comprendere le origini di alcuni suoi comportamenti, e per cercare il modo di farlo felice.

Libro
(dall’introduzione dell’autrice) “Quante razze di cane conoscete, almeno di nome? Potete affermare con sicurezza incrollabile che la bestia enorme che sta giocando sulla collina sia un incrocio, e non una rara variante di cane da pastore? E questo, che sta scavando una buca tanto profonda da scomparirci dentro, è un Pinscher o un Manchester Terrier? Ma soprattutto, avete notato quanti cani ci sono in giro?
Sono numerose le teorie che cercano di spiegare perché gli uomini abbiano domesticato i cani, ma è indubbio che questa specie risponda perfettamente ai nostri diversi desideri: semplificare la caccia, difendere un territorio, allontanare la solitudine, avere qualcuno da accudire.
Per molti secoli, e ancora adesso in molti luoghi della terra, i cani si differenziano fra loro per gli adattamenti imposti dalla temperatura, dalla natura del territorio e dalla possibilità di reperire risorse per la sopravvivenza. Sono le condizioni di vita, dunque, che regolano la lunghezza del mantello, la taglia e la struttura muscolare.
Usate questo libro per conoscere cosa desiderano i cani e, forse, per domandarvi cosa desiderate per voi.”

Tutti noi sappiamo che i nostri cani provano emozioni: impazziscono di gioia al nostro ritorno e appaiono terrorizzati durante i temporali. Li consideriamo intelligenti, perché sono in grado di capire il significato delle situazioni quotidiane e straordinarie e di trovare soluzioni ai drammi della vita, come scappare da un cancello o scovare il sacchetto dei biscotti. Inoltre, se abbiamo avuto la fortuna di trascorrere qualche tempo con un cane, sappiamo che non è rimasto identico e prevedibile, ma anzi ha cambiato il suo modo di interpretare la realtà, grazie alle esperienze che ha fatto e alle relazioni che ha costruito con le persone e gli altri animali. Ecco: la personalità è definita come un sistema emotivo e cognitivo che si sviluppa, funziona e si modifica attraverso le interazioni con l’ambiente. Anche il nostro cane dunque, può, da definizione, rivendicare una propria peculiare personalità.

Medico veterinario comportamentalista e Istruttrice cinofila, Elena Garoni è da sempre interessata alle tematiche del randagismo canino e felino. Insegna presso numerose scuole di educazione cinofila ed è docente presso i Master di Medicina comportamentale e Istruzione cinofila dell’Università di Parma.

facebookfacebook