HANSEN

WWF Travel: campo estivo all’Oasi WWF di Vanzago (MI)

4

VIAGGI – L’estate nei campi estivi di WWF Travel, dedicati ai ragazzi tra i 7 e i 17 anni, scorre sulle note degli animali del bosco, tra esplorazioni notturne, tree climbing, zip-line, ponti tibetani e laboratori, per vivere una vacanza tra natura, avventura, sport e tanto divertimento in contesti di particolare bellezza.

Fra le nuove proposte in fatto di campi estivi è trascorrere una meravigliosa settimana all’OASI WWF di VANZAGO, in provincia di Milano, dedicata ai ragazzi più piccoli, dai 7 agli 11 anni.

Forse i giovanissimi milanesi non sanno che a due passi da Milano, è possibile godere di tutta la magia di un’Oasi WWF immersi in 200 ettari di tipico bosco della Pianura Padana. Quando i sentieri e il bosco si svuotano di persone e si popolano di animali, sarà possibile immergersi nella vita notturna e segreta del bosco e addormentarsi al canto dei rapaci notturni, fra le lucine gialle delle lucciole e quelle rosse degli occhi dei caprioli nel buio.
favole e leggendeCome piccoli esploratori ci si dovrà districare fra tracce, reperti e riconoscimenti degli animali delle Oasi.
Con naturalisti esperti si entrerà in contatto con il valore e la bellezza della biodiversità e il resto del tempo sarà dedicato a giochi e laboratori di attività manuali e artistiche.
Armati di binocoli sarà possibile dedicarsi al birdwatching e osservare picchi rossi, picchi verdi, cince e ghiandaie tra le piante, aironi e anatre nella zona dei laghetti e scoiattoli rossi, lepri e caprioli.
I piccoli ospiti del campo potranno conoscere da vicino le vacche varzesi allevate nell’oasi e visiteranno le voliere che ospitano l’aquila reale e i gufi curati nel CRAS, Centro di Recupero Animali Selvatici.
Sotto la guida esperta degli operatori naturalisti che seguiranno il gruppo per tutta la durata del campo si vivranno momenti di gioco, di laboratorio, di ricerca e momenti dedicati alle attività manuali e artistiche con materiali naturali e di riciclo. I temi dell’importanza della biodiversità, della conservazione della natura, della protezione degli habitat e delle specie a rischio di estinzione e dell’impatto delle specie alloctone, saranno il filo conduttore di tutte le attività.
Gli alloggi sono disposti nelle case dell’Oasi, in camere multiple con bagno in comune. L’area dedicata alle colazioni e ai pranzi sarà il pergolato del centro visite dove si svolgono anche le attività ludiche e laboratoriali mentre le cene si svolgeranno nel ristorante della Cascina Gabrina, struttura di pregio annessa all’Oasi.

facebookfacebook