HANSEN

Al via la quarta edizione di “Dai una zampa!”
l’iniziativa benefica promossa da Maxi Zoo e dal Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions

Dai una Zampa

ATTUALITA’ – E’ in programma dal 13 novembre fino alla fine del 2017 la quarta edizione di “DAI UNA ZAMPA”, l’iniziativa benefica promossa da Maxi Zoo, la più grande catena di pet store in Europa, a sostegno del Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions e Ausili per la Mobilità dei Non Vedenti ONLUS di Limbiate (MB), la più grande realtà fra le associazioni ONLUS in Italia dedicate alla formazione e all’affidamento di cani per non vedenti, nonché una delle più importanti in Europa.

Come da tradizione, nel periodo dedicato in tutti i punti vendita Maxi Zoo sarà possibile acquistare al costo simbolico di 1€ il doppio adesivo “Dai una Zampa!”: il primo adesivo verrà affisso nel punto vendita Maxi Zoo con il nome del pet e del proprietario che lo hanno acquistato, il secondo rimarrà al proprietario a significare il supporto che – insieme al proprio pet – ha voluto dare al Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions.

Quest’anno l’iniziativa benefica verrà sostenuta anche dalla vendita del libro “Sarai i miei occhi. Storie di un legame unico”: un volume ricco di racconti emozionanti su come è cambiata e migliorata la vita di alcuni non vedenti a cui sono stati affidati i cani guida formati presso il Centro di Limbiate. Il libro sarà disponibile presso tutti gli store Maxi Zoo al costo di 15€, parte dei quali devoluti proprio al Servizio Cani Guida dei Lions. Ogni copia cartacea darà la possibilità di scaricare anche l’audiolibro tramite un QR code. Per facilitarne la diffusione, sarà disponibile anche in versione e-book su Amazon.it, Google Play, iBooks e Kobo al prezzo di 7,99€.
Premoli e Fossati

“Grazie alla generosità dei nostri clienti e all’impegno dei nostri collaboratori in 3 anni abbiamo donato più di 250.000 euro al Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions, che si sono concretamente tradotti nella formazione di 7 cani guida e nel miglioramento sostanziale delle strutture del Centro di Limbiate” dichiara Marco Premoli, Amministratore Delegato di Maxi Zoo. “Siamo sicuri che quest’anno il risultato sarà ancora una volta stupefacente e per noi emozionante, grazie anche al libro, ulteriore strumento fortemente voluto per comunicare in modo ancor più concreto quanto sia fondamentale il lavoro svolto quotidianamente dal Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions e dai suoi volontari”.

Ma guardiamo più da vicino il Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions di Limbiate e i suoi “Angeli a 4 zampe”, come ama definirli il Presidente Giovanni Fossati.
Giovanni-Fossati
“Donare un cane guida a una persona non vedente è dare una nuova vita, perchè non si tratta solo di darle due occhi che vedono ma si porta a casa un essere a quattro zampe, che sa entrare in totale simbiosi con Lei” – spiega Fossati. “Si instaura un rapporto con due cuori che battono all’unisono e anche dal punto di vista psicologico il non vedente ne trae un beneficio totale. E il beneficio è reciproco, perchè non si deve pensare che il cane guida sia meno fortunato dei cani che vivono spensierati nelle nostre case.. al contrario.. si sente orgoglioso di poter aiutare” – commenta il Presidente.

IMG_6496“Quando a vent’anni ho perso totalmente la vista è iniziato il mio dramma e sono caduta in una depressione profonda – ci racconta Laura, protagonista non vedente di una delle 6 storie raccontate nel libro “Sarai i miei occhi”e rendermi conto che da quel momento il mio futuro sarebbe stato solo così, nel buio, avrei voluto solo morire. Mi iscrissi all’Unione Italiana Ciechi e iniziai un percorso verso l’autonomia con l’ausilio del bastone per ciechi. L’approccio fu pesantissimo e sterile, non riuscivo ad entrare in sintonia con l’oggetto. Un amico mi consigliò allora di fare domanda per un cane al Centro Cani Guida dei Lions e la speranza del cambiamento si riaccese; ma i tempi si dimostarono molto lunghi. Dopo più di un anno però mi chiamarono per affidarmi Ambra, il cane che ha fatto decollare di nuovo la mia vita. Dopo pochi mesi ero in simbiosi con lei a tal punto da farmi sentire di nuovo libera, autonoma, sicura e serena” – spiega Laura che conclude: “C’è una differenza sostanziale tra essere un cieco con il bastone e un cieco con il cane: il primo allontana le persone mentre il secondo le avvicina. Io parlo al cane e lui sa cosa fare! Ambra è stata magica e ora che ha un problema al fegato anche se vive ancora con me ha lasciato il posto a Max, il mio nuovo angelo a 4 zampe, energia allo stato puro, è una terapia, meglio di uno psicofarmaco!.”

Il Centro Cani Guida dei Lions è nato a Milano nel 1959 per volere di Maurizio Galimberti, un ingegnere aeronautico che a causa di un incidente durante la seconda guerra mondiale divenne cieco, supportato anche dall’aiuto di alcuni amici che facevano parte del Lions Club Milano Host. Ad oggi il Centro che dal 1973 si è trasferito a Limbiate (MB) ha addestrato e consegnato gratuitamente 2.110 cani guida ad altrettante persone non vedenti su tutto il territorio nazionale e internazionale, donando due occhi (e quattro zampe) a chi non vede e fornendo un valido e costante aiuto verso la loro indipendenza. Sono oltre 500 i cani guida attualmente in servizio in tutta Italia, con alcune presenze anche all’estero.
Centro Cani guida dei Lions LimbiateIl Centro di Limbiate tra i più importanti in Europa è una struttura all’avanguardia che conta 25.000 mq di superficie, 15 dipendenti fra addestratori, professionisti ed esperti addetti alla nursery e all’infermeria veterinaria, all’accoglienza, all’amministrazione e alla pulizia.
barbone grande moleI cani che vengono addestrati sono principalmente Pastori tedeschi femmina, Golden Retriever e Flat Coated Retriever, Labrador, Border Collie e di recente anche Cani Barbone grande mole. “Il cane barbone è un cane anallergico” – spiega Mauro Veronesi, Direttore del Centro – “e viene formato e affidato ai non vedenti che presentano loro stessi o all’interno delle loro famiglie allergie al pelo dei cani”.
“Occorrono 25.000 euro per formare un cane guida, dalla sua nascita all’affidamento, e il Centro di Limbiate nel 2017 ha già consegnato 50 cani guida in tutta Italia e ci sono ancora più di 170 richieste di non vedenti che aspettano di essere esaudite”. – dichiara il Presidente Fossati.

La collaborazione tra Maxi Zoo Italia e il Centro Cani Guida dei Lions di Limbiate (Onlus Ente Morale) è uno degli esempi di partnership fra mondo “profit” e mondo “non profit”. Il loro rapporto nato nel 2014 con l’iniziativa di Charity “Dai una zampa” ha permesso di raccogliere più di 240 mila euro devoluti al centro, somma che ha permesso in tre anni di finanziare la formazione di 7 cani guida e l’apertura della nuova nursery nel 2015.
Servizio Nazionale Cani Guida dei Lions
Il libro fotografico “Sarai i miei occhi – Storie di un legame unico” ha lo scopo di sottolineare l’importanza del lavoro e della dedizione di tutti coloro che operano nel Centro Lombardo e il legame unico e indissolubile che si crea fra i non vedenti e il loro compagno a quattro zampe. Descrive il percorso necessario per la formazione di un cane guida, partendo dalla nascita nella nursery del Centro di Limbiate, all’affidamento alle famiglie “Puppy Walker” da quando i cuccioli hanno 3 mesi fino all’età di 1 anno, sino ad arrivare all’assegnazione al non vedente. Sei di loro hanno deciso di condividere la propria esperienza all’interno di questo libro: i protagonisti delle storie sono accomunati dal tragico episodio della perdita della vista che li ha portati non solo a modificare radicalmente il proprio stile di vita, ma anche a conoscere e affrontare il mondo attraverso gli “angeli a quattro zampe”.
formazione del cane guida

facebookfacebook