HANSEN

17 febbraio Festa del gatto: un libro per festeggiare e aiutare

Diana gatta boscoP

EDITORIA – Oggi 17 febbraio si celebra la giornata mondiale del gatto; un modo per festeggiarlo e anche per farsi un regalo per l’occasione e contemporaneamente aiutare tanti gatti (ma anche cani…) meno fortunati sarebbe acquistare un bel libro come “La gatta che venne dal bosco” scritto da Diana Lanciotti e edito da Paco Editore.

Il gatto è la creatura fra tutte più capace di scatenare sentimenti contraddittori: amore sviscerato o al contrario acuta avversione, se non odio vero e proprio. Forse alla base di questa dicotomia sta quell’alone di magia e mistero, che difficilmente i cani (più paciocconi e trasparenti) possiedono ma che circonda in genere i gatti. Non a tutti può piacere un animale che, seppur domestico, se ne sta sulle sue, a volte ostenta un atteggiamento di regale superiorità e assoluto distacco dalle cose terrene (purché nei paraggi non ci sia qualche topolino o una ciotola piena di croccantini su cui avventarsi…)
Ad alcuni, invece, è proprio quell’essere affettuoso ma non servile, dolce con un pizzico di amaro, tenero con un retrogusto di selvatico a piacere da impazzire.
gatta dal bosco fronte GEd è proprio quel mix superlativo di magia, dolcezza, mistero che ritroviamo, rimanendone incantati, nella gatta protagonista del libro di Diana Lanciotti: La gatta che venne dal bosco.
Una storia appassionante, piena di ironia, emozione, magia, amatissima dai gattofili ma non solo.
L’autrice, scrittrice e giornalista conosciuta soprattutto per i suoi libri sugli animali e per essere la fondatrice del Fondo Amici di Paco (associazione alla quale viene devoluto il ricavato dei libri di Paco Editore), ci regala un’appassionante storia piena di ironia e spunti di riflessione dove, accanto a una nuova “star” dallo sguardo magnetico (“la Monica Bellucci dei gatti”), ritroviamo Paco e alcuni dei personaggi più amati dei suoi bestseller.

Narrata con stile brioso e quell’ironia mista a commozione e stupore che connotano tutti i libri di Diana Lanciotti, la storia della “gatta venuta dal bosco” appassiona come un film giallo, diverte come una giornata a Disneyland, commuove come una dichiarazione d’amore, fa riflettere come un saggio filosofico, ma sempre con leggerezza e allegria. Ancora una volta, grazie alla sua penna “magica” capace di fare di ogni storia un piccolo capolavoro, Diana Lanciotti ci offre uno spaccato della sua vita con gli animali.
Un libro capace come pochi di far ridere, sorridere, emozionare, riflettere. Dimostrando, ancora una volta, che “se un gatto decide di fare qualcosa lo farà, che noi lo vogliamo o no”.

La magia di questo libro sta anche nel fatto che, comprandolo, si dà una mano a tanti animali bisognosi. Il ricavato è infatti devoluto al Fondo Amici di Paco, associazione nazionale per la tutela degli animali – ONLUS.
Comprando e regalando La gatta che venne dal bosco si rende omaggio a un animale che condivide la nostra vita da secoli, mantenendo la sua profonda e spiccata personalità. Tanto da farcene innamorare perdutamente.
Evviva i gatti! Soprattutto quando, come in questo caso, aiutano i gatti (e anche i cani…) in difficoltà.

facebookfacebook