Bau Miao Brrrr, che freddo fa!
Proteggiamo i nostri animali

SALUTE – Gli animali sono dotati per la maggior parte di una bella e folta pelliccia o uno spesso piumaggio e in alcuni casi anche di una bella corazza, ma questo non vuol dire che non possano patire il freddo. Sebbene riescano a sopportare il freddo decisamente meglio degli uomini, con l’arrivo delle basse temperature è sempre bene prestare qualche accorgimento in più.
Per questo, la Lega Nazionale per la difesa del cane ha stilato un decalogo per prendersi cura al meglio dei nostri amici animali.
I 4zampe che maggiormente patiscono le temperature rigide sono i cani di piccola taglia che, a differenza dei cani di stazza più grande, disperdono prima il calore corporeo. Se poi il loro pelo è corto o raso, la stagione fredda diventa particolarmente difficile da sopportare.

1- buona alimentazione
Un’alimentazione adeguata è fondamentale, e lo è ancor di più durante l’inverno. Con l’abbassarsi delle temperature si bruciano più calorie, che devono essere reintegrate con un dieta dall’alto valore nutritivo.

2- caldo riparo
Durante la stagione invernale, gli animali più sfortunati sono quelli che vivono all’aperto. Cani e gatti hanno bisogno di un luogo riparato e asciutto dove potersi ritirare. La cuccia deve essere posizionata a qualche centimetro da terra, con la porta d’entrata orientata verso un angolo riparato.

3- cure costanti
Gli animali hanno già la loro naturale protezione per il freddo: il pelo. Per questo, le spazzolate devono essere frequenti, in modo da stimolare la circolazione sanguigna e favorire il rinnovo del sotto pelo.
È bene ricordare che, in inverno, i cani andrebbero lavati con minor frequenza perché i bagni lavano via anche gli agenti protettivi presenti sulla superficie del pelo, esponendo la pelle al rischio di desquamazioni.

4- pericolo notturno
La notte è il momento della giornata più freddo e potrebbe essere letale per gli animali meno forti. Gli animali non dovrebbero mai essere lasciati all’addiaccio per non correre il rischio di sviluppare malattie.

5- acqua sempre disponibile
Se la ciotola del cane e del gatto si trova all’esterno, il rischio è che possa congelarsi. Per questo, si consiglia di optare per ciotole di plastica, che conducono il freddo meno velocemente del metallo.

6- mai in auto
Lasciare un cane solo in auto è pericoloso in inverno tanto quanto in estate. Il rischio è che l’animale vada in ipotermia.

7- al riparo ma non in garage
Custodire un animale in garage è sconsigliato: qui il cane e il gatto potrebbero venire a contatto con oggetti pericolosi oppure leccare i liquidi che fuoriescono dalle vetture parcheggiate

8- no agli apparecchi elettrici incustoditi
Le stufette e le decorazioni natalizie che vengono accese in inverno sono molto pericolosi per i nostri pet, che potrebbero morsicare i cavi restando folgorati. Mai lasciarli incontrollati.

9- attenzione alla neve
I cani amano giocare nella neve, ma c’è il rischio concreto che si perdano e non riescano più a trovare la strada verso casa. La neve, infatti, cancella le tracce olfattive che i cani usano per orientarsi. Meglio, quindi, farli giocare sempre al guinzaglio o comunque sorvegliati.

10- guardare sempre sotto alle macchine
È buona norma controllare sempre che sotto alle macchine parcheggiate all’esterno non abbiano trovato riparo animali che vivono all’aperto, attirati dal calore del motore.

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.