Cani e gatti in tempo di covid: i consigli degli Esperti di Ca’ Zampa | Animal Glamour

SALUTE/LIFE STYLE – Nelle Regioni italiane rosse, arancioni e gialle, dopo l’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in vigore dal 6 novembre, come continuare a prendersi cura dei propri animali domestici in tempo di Covid e soprattutto in una regione considerata zona rossa?

Prima di tutto rinnoviamo una premessa: i cani e i gatti sono covid free! Come dichiarato a più riprese negli ultimi mesi dagli organismi scientifici e dalle autorità sanitarie nazionali ed internazionali (tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità), gli animali domestici non trasmettono il Covid 19. È quindi possibile continuare a prendersene cura senza preoccupazioni.

Dagli esperti di Ca’ Zampa – il primo Gruppo italiano di Centri per il benessere degli animali domestici presente a Brugherio, Milano, Udine, Mestre e Cremona – arriva un messaggio chiave: “non trascurare la salute del proprio compagno di vita a quattro zampe”.
In un periodo complesso come questo, dove gli spostamenti, anche all’interno del proprio comune di residenza, sono fortemente limitati è importante non porre in secondo piano la salute dei nostri amici a quattro zampe, rispettando ovviamente le misure di sicurezza messe in campo dalle autorità. In uno scenario sociale di questo tipo, l’esigenza di avere un compagno di vita in forma e in buona salute è ancora più impellente.

“In un periodo come questo in cui viviamo con la costante pressione che tutto si interrompa da un momento all’altro, è importante ricordare che la salute dell’animale domestico non va in lockdown – afferma Marco Maggi, coordinatore servizi veterinari Ca’ Zampa – . Per questa ragione è bene proseguire nelle abitudini quotidiane di cura del suo benessere, sia in casa sia recandosi dal proprio veterinario. Questo è ancora più sentito in Paese come l’Italia con più di 60 milioni di animali domestici registrati. Con Ca’ Zampa cerchiamo di dare una risposta concreta a questo bisogno continuando l’operatività nelle cliniche attraverso l’attivazione di precise misure di sicurezza anti Covid, ma anche con un’attività di sensibilizzazione nel segno della prevenzione e del completo benessere degli amici animali”.

Dagli esperti di Ca’ Zampa ecco i consigli per la cura degli animali in zona rossa e gialla.

PASSEGGIATA CON IL CANE PERMESSA
Come stabilito dal Decreto ministeriale, i proprietari di animali domestici, possono uscire con il proprio cane per una breve passeggiata vicino a casa. L’uscita rientra infatti tra le “attività motorie” consentite all’aria aperta. È fondamentale evitare assembramenti e mantenendo la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone. L’autocertificazione è necessaria solo in caso di passeggiata notturna, dalle 22 alle 5. Per una maggiore praticità, gli esperti consigliano, qualora il cane fosse avvezzo ad uscite notturne, di abituarlo progressivamente ad anticipare la passeggiata serale, salvo situazioni di necessità.

LE REGOLE DI IGIENE
Soprattutto in questi mesi in cui è importante seguire regole di igiene per la salute umana, è fondamentale dimostrare la stessa attenzione anche nei confronti dell’animale domestico, anche per evitare eventuali patologie dermatologiche. È fondamentale igienizzare pelo e zampette, senza sciacquare, una o più volte al giorno e soprattutto al rientro da una passeggiata, con idonee salviette umidificate a base di clorexidina, le aree cutanee più soggette a sporcizia. Ma non solo: sia per il cane sia per il gatto, è importante la spazzolatura: permette di eliminare il pelo in eccesso e consente di tenere sotto controllo l’eventuale comparsa di parassiti esterni, come pulci o zecche. E’ suggerito un bagno igienizzante ogni 2-3 settimane per un’azione antisettica forte.

I TRE CONTROLLI DA FARE A CASA Il maggior tempo trascorso in casa con i compagni di vita a 4 zampe permette di monitorare con più attenzione la loro salute. Cosa verificare? Consistenza feci: sono un segno immediato di disturbo intestinale a cui porre rimedio; perdita di mobilità: se non salta e non gioca come prima oppure fatica a fare le scale significa che prova dolore e difficoltà. Infine è bene tenere d’occhio l’alimentazione: se non mangia, rifiuta il cibo o cambia il consumo di acqua. Tutti segnali che possono essere sintomi di un malessere in corso.