Le assicurazioni per gli animali da compagnia

ATTUALITA’ – Le polizze per gli animali domestici sono sostanzialmente di due tipologie: le Polizze di Responsabilità Civile (RC) Famiglia Multirischi che coprono i membri di tutta la famiglia per i danni a terzi e normalmente includono un’estensione specifica per i danni inferti o subiti dal proprio animale da compagnia e le Polizze assicurative ad hoc, studiate specificatamente per assicurare solo l’animale.

Assicurare il proprio animale è comunque anche un obbligo di legge. Infatti la legge (art. 2052 del Codice civile) parla chiaro: il proprietario è responsabile dei danni causati dall’animale, sia quando è sotto la sua custodia, sia nel caso fosse smarrito o fuggito.
Stando all’Ordinanza Martini in vigore dal 2009, i proprietari di cani ritenuti “impegnativi”, e segnalati dai Veterinari e dalle Asl per la loro potenziale pericolosità, hanno il dovere di frequentare un corso di formazione per la corretta detenzione dell’animale con il conseguente rilascio del “Patentino”.
Qualora il proprio cane sia stato iscritto nel registro Asl dei cani morsicatori e con problemi comportamentali, i proprietari devono anche obbligatoriamente stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile e applicare contestualmente guinzaglio e museruola al proprio animale quando si trovano in aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico.

La caratteristica principale delle polizze ad hoc per animali domestici è quella di offrire una copertura più ampia rispetto alle assicurazioni generiche di responsabilità civile verso terzi e ognuno dovrebbe valutarne la scelta in base alle proprie esigenze.
Le polizze specifiche hanno sempre una garanzia di Responsabilità Civile solo sull’animale e offrono in più una copertura per le spese veterinarie, legali e di cura o pensione giornaliera, qualora fossero necessarie nel caso il proprietario non potesse assistere l’animale infortunato durante la degenza. Attenzione, però, tanto più è ricco il “pacchetto” di offerte incluse (spese veterinarie, di ricerca dell’animale smarrito, pensione ecc.), tanto più possono essere restrittive le condizioni di garanzia della polizza stessa: aumento dello scoperto (percentuale sulle spese del sinistro a carico dell’assicurato), obbligo di vaccinazioni aggiornate e persino limiti di età del cane (oltre gli otto anni non vi è copertura) e in alcuni casi se richiesto anche la mancata registrazione presso l’anagrafe comunale.

Prima di sottoscrivere il contratto è bene considerare il “massimale” per cui assicurare l’animale, ovvero la somma massima che l’assicurazione rimborsa in caso di sinistro. I massimali sul mercato sono sufficienti per la maggior parte dei sinistri che coinvolgono i cani, poiché i danni sono mediamente contenuti, di qualche migliaio di euro, poiché i sinistri sono perlopiù legati a morsicature.
Tuttavia la regola suggerisce di adottare un comportamento prudente, proprio per proteggersi da quelle situazioni poche diffuse, ma molto rischiose. Può infatti capitare che il proprio cane scappi e attraversi la strada causando un grave incidente stradale, con feriti o addirittura morti. In questo caso, un massimale fino a 500.000 euro è una valida garanzia da rischi imprevisti.
La lettura delle condizioni contrattuali e dei fascicoli informativi della polizza permette di individuare i cavilli su cui la compagnia di assicurazione può avvalersi per non riconoscere i rimborsi.
Ad esempio le polizze stipulate con le compagnie nazionali hanno in genere una valenza solo in Italia. Per chi viaggia molto con il proprio animale, può quindi essere più conveniente una polizza internazionale o con validità nei paesi più frequentati.
Per controversie di natura assicurativa il Tribunale degli animali presso l’Associazione italiana difesa animali e ambiente offre un servizio gratuito di consulenza legale e di mediazione per le conciliazioni (tribunaleanimali@libero.it).
Qualora ci siano dubbi sulla regolare abilitazione degli operatori assicurativi, ci si può rivolgere al Servizio tutela utenti dell’Isvap, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.