Finita la scuola passa l’estate a cavallo

ATTUALITA’ – La scuola è finita. Il bimbo dove lo metto? E’ la domanda che i tanti genitori che lavorano si stanno ponendo in questi giorni. Le vacanze scolastiche, si sa, non coincidono con le ferie lavorative.
Il maneggio La Bastide in via Samarate 150 a Busto Arsizio ha studiato una soluzione per fare divertire i piccoli e i ragazzi e fare stare tranquilli i genitori. Dalla fine all’inizio delle vacanze scolastiche organizza dei camp con i cavalli. Si parte con al chiusura delle scuole, si continua per tutto luglio, una settimana ad agosto e la prima di settembre.
Al camp si farà vera vita da cowboy. “Da piccola ho sognato spesso di passare le mie giornate al maneggio. – spiega Michela Lomazzi, la tenutaria del Maneggio La Bastide – Avrei persino voluto dormire con i cavalli. Ho deciso di realizzare questo sogno per i piccoli di oggi”.
Le mattine saranno dedicate alle lezioni di monta western, i pomeriggi alla cura dei pony ai giochi ed ai bagni in piscina. Le attività saranno diverse a seconda dell’età e delle capacità dei bambini e dei ragazzi, che verranno divisi in due gruppi dai 6 ai 12 anni e solo per luglio con la chiusura degli asili ci sarà il gruppo dei piccoli dai 3 ai 5 anni.
Per facilitare la vita ai genitori i camp inizieranno tutti i giorni alle 9 e termineranno alle 17, ma è possibile concordare entrata anticipata o uscita posticipata a seconda dalle esigenze della famiglia.
Si ricorda che anche durante l’estate è possibile organizzare feste di compleanno al maneggio.
“Il rapporto con il pony è alla base di tutto il processo didatico. – spiega Michela Lomazzi – Il pony oltre ad essere un mezzo per praticare lo sport dell’equitazione è anche una risorsa molto importante per il bambino e per i ragazzi. L’approccio verso l’animale si basa sul rispetto, atteggiamento che viene sviluppato anche nel rapporto con gli altri. Ai partecipanti ai camp vengono spiegate le caratteristiche principali del cavallo: come comunica l’animale con noi, cosa mangia, come si pulisce, dove dorme… Uno degli obiettivi è lo sviluppo dell’indipendenza e quindi dell’autostima personale, tutto quello che anche i più piccoli sono in grado di fare da soli è bene che lo facciano in autonomia, anche se sempre sotto stretto controllo di un istruttore. L’atteggiamento tenuto in campo da me come istrutttice e dai bambini come allievi si basa sul divertimento per quello che stiamo facendo e sulla serietà nel farlo. Spesso ci saranno delle competizioni tra i ragazzi, ma la gara verrà usata solo come strumento di confronto e stimolo per superare le barriere che a volte ci poniamo. L’aiuto e la collaborazione fra tutti i partecipante farà si che lo spirito competitivo sia costruttivo e non penalizzante”.
Per info e prenotazioni: labastide@gmail.com – Michela Lomazzi 345 6501802

facebookfacebook