HANSEN

Al Parco Zoo Punta Verde la vita continua: è nato un Tamarino di Edipo

???????????????????????????????

ATTUALITA’ – Al Parco Zoo Punta Verde di Lignano Sabbiadoro c’è un nuovo arrivato, è un cucciolo di Tamarino di Edipo.

“Anche quando lo Zoo è chiuso al pubblico la vita al suo interno continua normalmente, nascite comprese”, lo afferma il direttore Maria Rodeano, che qualche settimana fa ha dato il benvenuto al piccolo Tamarino, chiamato Baby.

I tamarini di Edipo sono originari del Sud America e più precisamente della Colombia. Il parco ne ospita quattro esemplari, tutti facenti parte dei programmi di allevamento di specie minacciate in ambiente controllato, conosciuto come EEP (European Endangered species Programme).

Da adulti i Tamarini di Edipo raggiungono i 400 grammi circa di peso e il loro stato in natura viene considerato gravemente minacciato a causa dell’incessante deforestazione con conseguente frammentazione del loro habitat.

Il Parco Zoo Punta Verde ha aperto la sua attività nel 1979 con un progetto ben preciso: quello della protezione e della salvaguardia ecologica. Da allora, seguendo questo lodevole progetto il parco viene migliorato costantemente: si ricostruiscono gli habitat caratteristici delle specie accolte, curando in particolare la flora. Fra le piante autoctone si possono vedere altre specie tropicali che vivono grazie a laghetti alimentati da pozzi termali a 30° C. Si creano così dei microclimi che favoriscono il benessere anche degli animali più esotici. Attualmente vi sono oltre 70 dimore per accogliere le varie specie animali, tutte costruite con materiali naturali quali il legno e la pietra. Il parco zoo si estende su 100.000 mq tra i due argini del fiume Tagliamento, nel nord ovest della penisola di Lignano ed ospita oltre 1000 animali appartenenti a 200 specie circa tra Mammiferi, Uccelli e Rettili.

Il Parco Zoo Punta Verde riaprirà al pubblico il prossimo Marzo. Nel frattempo è partita la campagna abbonamenti per la nuova stagione con una particolare promozione valida fino al 31 marzo 2014.

facebookfacebook