HANSEN

Il cavallo nuota e si riabilita meglio in acqua

Horse swimming

FITNESS – Il cavallo come il cane è in grado di nuotare se è costretto a un guado o se viene abituato e allenato a farlo.
Pur non essendo un animale creato per muoversi con estrema agilità nell’acqua, il cavallo è in grado di nuotare anche senza aver acquisito pratica.
L’equino è in grado di coprire grandi distanze, usa gli zoccoli come remi e la lunghezza del collo gli permette una buona respirazione, senza creargli particolari problemi; muove gli arti al trotto, e questa sua andatura gli consente di nuotare in una condizione molto comoda evitando così uno sforzo eccessivo che potrebbe essere molto pericoloso per un animale della sua stazza.
Per quanto riguarda gli scopi riabilitativi, anche con tutti i progressi della medicina veterinaria, non c’è ancora alcun sostituto per la semplice, rilassante acqua. Per molte patologie equine, l’idroterapia (applicare acqua per favorire la guarigione) è proprio ciò che prescrive il medico e può aiutare la guarigione a lungo, meglio e più a buon mercato, rispetto a lozioni o pozioni chimicamente avanzate o a gadget elettronici. Per il cavallo che ha subito lesioni muscolo-scheletriche c’è la necessità di uno specifico allenamento che se praticato in parte o totalmente nell’acqua dà migliori e più veloci risultati fino alla completa guarigione. Spesso nei corsi riabilitativi dei cavalli soprattutto quelli da corsa si parla sempre di idroterapia e rieducazione motoria in acqua: condotta a pelo dell’acqua, con parti singole del corpo dell’animale in acqua o ad immersione totale.

facebookfacebook