Ho scelto la poltrona per dormire meglio!

SCIENZA – Il sonno, inteso come sospensione temporanea più o meno generalizzata delle comuni attività di interazione con l’ambiente circostante, e di recupero dalla fatica neuronale, oltre che fisica-muscolare, si riscontra in quasi ogni organismo dotato di un sistema nervoso. Tutti gli animali quindi dormono, anche se intensità e durata del sonno variano notevolmente da specie a specie. In molti Invertebrati (insetti, crostacei, molluschi) il sonno risulta complessivamente inapparente e l’animale è, nel suo complesso, comunque ben reattivo al mondo esterno. Al contrario nei Vertebrati in genere (pesci, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi), quando il loro cervello “stacca la spina”, cioè riduce o annulla quasi l’afflusso di stimoli dall’ambiente esterno, l’animale va incontro ad uno stato di attivazione sospesa, di reattività ridotta che lo rende più vulnerabile alle potenziali minacce provenienti dall’ambiente circostante.
I luoghi fisici deputati al riposo vengono di conseguenza scelti coerentemente con l’esigenza di contenere i rischi di predazione e di armonizzarsi al meglio con lo svolgimento delle funzioni metaboliche di base che in ogni organismo continuano a svolgersi anche durante il sonno. La scelta della nicchia più opportuna in cui infilarsi a dormire, come del materiale meglio isolante con cui imbottire la tana, come pure l’alternanza di strategie di sonno solitario in luoghi nascosti con altre di riposo collettivo in tane comuni o in grandi agglomerati anche molto appariscenti, ma in cui l’individuo si diluisce nella massa dormiente, divengono così garanzie ulteriori non trascurabili ai fini del buon risveglio.

***

Different animals require different amounts of sleep. Bats for instance sleep 18–20 hours daily, while giraffes get by with only 1–3 hours per day. There may be sharp differences even between closely related animals and between the same animals in captivity and in the wild.
Feeding habits are associated with sleep length. The daily need for sleep is highest in carnivores, lower in omnivores and lowest in herbivores. Humans do not sleep unusually much or unusually little compared to other animals, but we sleep less than many other omnivores. Cattle instead spend many of their waking hours in a state of drowsiness, which may partly explain their relatively low need for sleep.
On average, bigger animals have longer sleep cycles than smaller animals. Sleep amount is also coupled to factors like basal metabolism, brain mass and relative brain mass.
It is interesting to note that hibernation is not sleep. Animals that hibernate are in a state of torpor, quite a different biological condition. While hibernation greatly reduces the need for sleep, it does not remove it. As odd as this may sound, hibernating animals “wake up” occasionally during the winter so that they can sleep.

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.