Animal Equality lancia nuova campagna contro le pubblicità ingannevoli nell’industria agroalimentare italiana, in difesa di animali e consumatori

CRONACA – Animal Equality lancia la nuova campagna contro le pubblicità ingannevoli nell’industria agroalimentare italiana, in difesa di animali e consumatori.
Si chiama “Stop alle pubblicità ingannevoli” e arriva a seguito di un’importante vittoria legale in Italia contro Amadori e alcune nuove azioni legali lanciate negli Stati Uniti contro Tyson e Cargill che dimostrano quanto sia fuorviante l’immagine creata dall’industria alimentare sulle condizioni degli animali in allevamenti e macelli.

Abbiamo visto tutti le pubblicità con mucche al pascolo, immerse nel verde, massaggiate e coccolate. Abbiamo visto anche le immagini di galline che razzolano beccando mais e frumento in prati verdeggianti o immagini di polli con accesso all’aria aperta. Tutto questo è molto spesso molto lontano dalla realtà quotidiana degli allevamenti intensivi. A dimostrarlo ci sono le centinaia di inchieste condotte regolarmente da Animal Equality in Italia e negli altri paesi in cui opera, ma non solo: ci sono anche le inchieste di molte altre organizzazioni che lavorano per la protezione degli animali e dell’ambiente e i risultati dei controlli a campione effettuati dalle autorità italiane e internazionali.
Spesso infatti non vengono mostrati il sovraffollamento, le gabbie anguste, le patologie e le malformazioni, le condizioni igienico-sanitarie precarie o le situazioni di maltrattamento che si incontrano ogni giorno in allevamenti e macelli anche del nostro paese.

Per questo Animal Equality ha lanciato la campagna “Stop pubblicità ingannevole”, ideando un form dedicato alle segnalazioni da parte di cittadini e consumatori che vogliono vederci chiaro e mettendo a disposizione i collaboratori del team legale di Animal Equality.

Sul sito “Stop alle pubblicità ingannevoli” infatti sarà possibile fare segnalazioni circostanziate e dettagliate, che verranno esaminate dai collaboratori legali dell’organizzazione e – ove ci saranno le basi legali o presunte violazioni – si procederà con la denuncia o la segnalazione alle autorità competenti.

La trasparenza e la verità delle informazioni che vengono destinate al pubblico sono valori dai quali non si può prescindere, soprattutto quando vi sono in gioco diritti fondamentali di cittadini e animali.

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.