In arrivo all’Acquario di Cattolica centinaia di nuove specie marine

Acquario di Cattolica

LIFE STYLE – Chi sbucherà da dietro lo scoglio o in mezzo alle mangrovie? Perché quel pesce si gonfia a palla e quell’altro spalanca le ali? Come mai i pesci della barriera corallina sono più colorati dell’arcobaleno? Come fa il pesce arciere a non sbagliare mai bersaglio?

All’Acquario di Cattolica dal 6 aprile arrivano centinaia di nuove specie, che si aggiungono agli oltre 10.000 animali marini, per un viaggio colorato e pullulante di vita, attraverso i mari del mondo! In quattro percorsi al coperto – blu, giallo, verde, viola – il visitatore è coinvolto nella meraviglia della natura, attraverso diversi scenari mozzafiato, ciascuno dedicato a un diverso ecosistema completo.

Dal gioioso benvenuto dei pinguini di Humboldt – con la sorpresa di potersi trasformare in “pinguino imperatore” – alla placida maestosità degli squali toro più grandi d’Italia, dalle vivaci e giocose lontre ai dinosauri e draghi in miniatura del percorso Verde – come iguane e camaleonti- l’Acquario di Cattolica è il secondo acquario d’Italia per dimensioni, ambienti e varietà delle specie ospitate ma il primo per emozioni e avventura.

Uno staff di biologi e acquaristi è a disposizione del pubblico negli orari delle cibature quotidiane di squali, pinguini, lontre e trigoni, raccontati da chi si prende cura di loro, mentre si può prenotare la fantastica esperienza di diventare Piccolo Veterinario, curiosare – elmetto in testa – dietro le quinte, indossare il casco di Livingstone o Indiana Jones per andare alla scoperta dei Segreti del Rettilario e, per la prima volta in Italia, chiacchierare in diretta con un sub immerso nella barriera corallina, entrando in contatto con le Voci dal Mare.

All’Acquario di Cattolica ci si immerge nell’esperienza, attraversando gli ambienti più delicati e meravigliosi del pianeta, come l’affascinante foresta di Mangrovie o sperimentando direttamente cosa significa l’impatto con l’Isola della Plastica, nell’area Plastifiniamola, che testimonia l’impegno dell’Acquario nella lotta contro i rifiuti plastici che galleggiano nei mari.

Dedicata alle creature più bizzarre delle profondità è la mostra Abissi, terra aliena, con riproduzioni di animali misteriosi e leggendari, incluso un calamaro gigante di tredici metri.

facebookfacebook