HANSEN

La Strabassotti, parlano i testimoni!

Strabassotti taglio nastro

EVENTI/LIFE STYLE – Domenica 21 ottobre, 680 bassottisti con i loro adorati bassotti provenienti da ogni parte d’Italia hanno dominato il Parco di Monza per la prima edizione dell’indimenticabile Strabassotti di CUOR DI PELO. Un successo annunciato, ma soprattutto vissuto che ha riempito di gioia e allegria tutti i partecipanti! Una tale affluenza che ha anche fatto venire le lacrime agli occhi per la commozione ad Alessandro Malandrino e Rodolfo Colombo, i fondatori dell’Associazione Cuor Di Pelo e organizzatori dell’evento, nel vedere la fiumana di persone e i loro simpatici bassotti marciare felici e composti scortati dai Carabinieri a Cavallo del Nucleo interno del Parco di Monza.
Carabinieri
A tagliare il nastro di partenza Maria Luisa Cocozza, conduttrice del programma televisivo l’Arca di Noè, rubrica del TG5 in onda tutte le Domeniche su Canale5. Al suo fianco Martina Sassoli, assessore del Comune di Monza e naturalmente i fondatori di Cuor Di Pelo.

Ascoltanto le numerose testimonianze raccolte fra i partecipanti, la Strabassotti oltre al clamore e all’entusiasmo per il bellissimo evento ha suscitato molta stima e apprezzamenti più che positivi nei confronti dell’Associazione Cuor Di Pelo, che opera in modo serio e trasparente, dando rifugio e cure ai bassotti e simil bassotti in difficoltà, promuovendo adozioni mirate e controllate. In effetti anche la Strabassotti come tutti i raduni organizzati in varie regioni italiane, ha come scopo principale di raccogliere fondi per aiutare i cani di questa sorprendente razza e loro simili a trovare una famiglia che li accolga e li ami per il resto della loro vita.
Sabrina
“Felicità e Tranquillità, perchè dove ci sono gli animali ci sono entrambe” – ha risposto Sabrina da Milano alla domanda di Animal Glamour su cosa pensasse in due parole della Strabassotti. Sabrina che lavora al Policlinico di Milano nella sezione Chirurgia dei Trapianti e grande sostenitrice della Pet Therapy, ha partecipato alla marcia podistica con il marito e la piccola Marta, una bassottina di 20 mesi. E’ un’associata Cuor di Pelo ed è alla sua prima esperienza con un bassotto e con raduni di questo genere: – “Io amo soprattutto i gatti, ma ho sempre pensato che se nella mia vita avessi avuto un cane, sarebbe stato un bassotto. – Ci ha spiegato Sabrina – “Il bassotto è un cane che mi rispecchia, è testardo, cocciuto e determinato ed è basso come lo sono io”.
Nanà

Anna Marcenaro e Sergio Bargiacchi hanno partecipato con il loro bassotto Ulisse di 14 anni e Nanà di 6 anni che hanno adottato da Cuor di Pelo. Anna ci ha raccontato che Nanà è stata operata a Marzo di ernia discale dalla Veterinaria dell’Associazione, loro l’hanno adottata a Maggio e a giugno è stata operata di ernia cervicale, ma ha una grinta incredibile. Anna e Sergio apprezzano molto i bassotti perchè hanno un carattere forte e deciso e al tempo stesso sono amorevolissimi. Associati a Cuor di Pelo dal 2017 seguono l’Associazione nei loro raduni. La Strabassotti per loro è – troppo forte, un’iniziativa meravigliosa…ci voleva sia per incrementare i fondi sia per promuovere il problema dell’ernia discale. Per Anna è cuore, amore e casa – per Sergio – tanta allegria e socialità!

Per Elena, Vittoria e Leonardo la Strabassotti è – “un’iniziativa molto bella… non avevamo mai visto così tanti bassotti tutti insieme! Anche per Marta di Villasanta con il bassotto Uvetta di 5 anni, alla sua prima volta in una manifestazione di cani bassotto, la manifestazione è bellissima e affollata.

federicaPartecipante 3Partecipante4
Mentre Federica di Albissola, associata Cuor di Pelo dal 2015, partecipa con il marito Luca, la sua bassotta Amelie e il pastore corso Dago. Federica ci racconta di essere già andata a numerosi raduni con l’Associazione e proprio a scopo benefico. La Strabassotti? “C’è tantissima gente, non pensavo di vedere così tanta folla, ed è ben organizzata, e come sempre a scopo benefico… noi siamo venuti per questo motivo”.
IMG_0754
Due simpatiche Bassottiste di Mondovì, Sabina con i suoi due bassotti: Giulietta e Wudi, e Daniela con Regina e Nonno Oliver di 14 anni sono felici di essere alla Strabassotti. Giulietta e Oliver sono due bassotti adottati attraverso Cuor di Pelo che si sono ambientati molto bene nelle case delle loro amiche umane superando egregiamente la famosa ‘prova divano’. “A Cuor di Pelo si fanno adozioni scrupolose al massimo, riescono ad abbinare cane e padrone – ha affermato Sabina. In associazione ogni bassotto è curato sotto ogni punto di vista, vaccinato e operato chirurgicamente se necessario prima di trovare una famiglia d’adozione. Per ogni bassotto trovano poi la persona idonea o la famiglia giusta, sono delle adozioni mirate. E riguardo la Strabassotti? “Bella idea, bellissima manifestazione adatta anche per socializzare con gli altri bassottisti, e soprattutto allegra” – ha detto Daniela.
Allevamento
Sandra da Vaprio D’Adda, socia di Cuor di Pelo, gestisce un allevamento amatoriale di bassotti a pelo lungo e ha partecipato alla maratona con la famiglia e ben 4 bassotti: Rina, Momo, Nero e il piccolo Banana. La Strabassotti per Sandra? “Vedere finalmente tanti bassotti insieme e tanta gente appassionata e dal cuore grande!”

La Strabassotti è “l’unico, straordinario ed eccezionale raduno in Italia” per Anna da Milano che partecipa con Manila, un bassotto adottato nel settembre 2016 da Cuor di pelo. Manila era una “ex fattrice” – ha spiegato Anna – all’inizio è stata dura ma poi ha riacquistato equilibrio e fiducia..ora è dolcissima!”Socia






Cristina e Antonio sono alla Strabassotti con Dante, il loro bassotto di un anno e mezzo. “Un’idea geniale e a fin di bene… spero che la ripetano ancora e che questi fondi vadano ai cani più bisognosi…apprezzo moltissimo il lavoro dell’Associazione e ho anche inviato loro la richiesta come socia sostenitrice” – ci ha detto Cristina.
Dante






“Tante codine scodinzolanti e tanti cuori impavidi che attraversano il Parco” è la Strabassotti di Monica e Daniele, da Milano anche se originari di Roma. Lettori del social network di Cuor di Pelo, sono al loro primo raduno con Olivia, una giovanissima bassottina color biscotto.
Luna
Per Elenia, iscritta Cuor di Pelo, che ha partecipato con Hero, un 90% bassotto e 10% Pinscher di circa 4 anni, adottato, coccolone e abbaione, “la Strabassotti è una manifestazione bellissima, fantastica, un bel momento per incontrarsi… dovrebbero farla più spesso!”
Elenia
“Non conoscevo Cuor di Pelo, ho saputo della Strabassotti tramite il mio parrucchiere che ha dei bassotti” – ha dichiarato Luisa Meregalli da Monza intervenuta con la sua bassottina Luna. Per Lei la Strabassotti è un momento bellissimo per avvicinarsi alla natura e agli animali.

“Una fantastica esperienza da fare e da rifare sotto tutti i punti di vista” – ci ha detto Katia da Bresso che ha partecipato con il suo Birillo, di 15 anni da Lei adottato da poco. Sono socia Cuor di Pelo ed è la prima volta che partecipo a un raduno. Per Katia il bassotto è un cane stupendo, affettuoso, che non conosceva prima di adottarne uno e che consiglierebbe a tutti.
Birillo 2Dalì fin
La Strabassotti quindi non è stata solo una marcia podistica non competitiva, è stata soprattutto luogo di socializzazione, di incontro e di conoscenza.
E’ stata anche l’occasione più unica che rara di conoscere dopo 15 anni la sorellina di cucciolata del proprio bassotto. E’ Erika Mazza da Genova che ha partecipato con il padre Mario e il suo bassotto Dalì, famoso nel web come “can bauletto” perchè è un pò ciccioso e squadrato, che ci racconta dell’incontro e della storia del suo bassotto. “Dalì è un bassotto cattivissimo ed egocentrico e con la sorellina che ha lo stesso carattere introverso si sono odiati immediatamente.”
Dalì pensava che la Strabassotti fosse nata per lui, ecco perchè nella foto su Cuor Di pelo gli ho messo la corona.. e quando ha capito che non era così è diventato intrattabile”.
L’amica Monica ci ha spegato che ci sono due rami di bassotti: quelli estremamente cattivi e quelli estremamente buoni e gentili.
Sarà anche così, ma da quello che abbiamo potuto vedere tutti hanno saputo camminare rasoterra per 2 chilometri fra abbai e risate senza problemi di risse o competizioni!

La Strabassotti è da ripetersi!
Alessandro Malandrino, fra l’organizzare il prossimo raduno di None in Piemonte e la festa di Natale sta già pensando che la Strabassotti sarebbe da ripetersi a Roma.. senza passare dal Colosseo però, per non dare troppo fastidio ai gatti!”
Carmi Mazzucchi

PartecipantePartecipante2Monello
Vari Finale

facebookfacebook