HANSEN

Senior Italia Federanziani e Mars Italia favoriscono la relazione tra gli over 65 e gli animali da compagnia

elderly-couple-3304384_960_720

ATTUALITA’/LIFE STYLE – Che meraviglia invecchiare quando a farti stare in salute è il tuo cane o il tuo gatto! E se sei un over 65 e non hai ancora la compagnia speciale di un amico a 4 zampe allora per stare bene fai un giro al canile o al gattile, occupati di un cane o di un gatto, o chiedi agli esperti come fare per adottare quello idoneo per te.

Questo è un pò il “mood” dell’indagine svolta da Senior Italia FederAnziani, la Federazione delle associazioni della terza età, e Mars Italia, azienda leader nel settore petcare, su italiani e animali d’affezione e l’evoluzione della loro collaborazione che, per la prima volta, connette gli over 65 con gli animali attraverso il supporto degli esperti per sensibilizzare sui mutui benefici derivanti da questo rapporto.

Dalla ricerca è emerso che in Italia esiste oggi una forte contrapposizione: se da una parte vi è quasi l’unanimità di pareri sui benefici che la relazione con un cane o un gatto possa portare sulla salute, l’umore e la vita in generale di un senior (9 su 10 tra gli over 65 che possiedono un animale da compagnia ritengono che il rapporto abbia un impatto positivo sulla propria quotidianità), dall’altra sono però ancora forti le barriere che impediscono di godere del rapporto con un animale a causa della difficoltà di gestione e della scarsa conoscenza del mondo dei canili e delle opportunità ad esso connesse.
Evento_MarsItalia-SeniorItaliaFederanziani_24-09-2018_4
A partire proprio da queste evidenze e barriere, il percorso tra Senior Italia e Mars Italia si arricchisce con l’avvio di un progetto pilota, che prevede la collaborazione con i canili delle città di Roma e Milano per raccontare le opportunità della pet therapy, le possibilità che i senior hanno di trascorrere del tempo insieme agli animali, bisognosi di attenzioni e pronti a diventare i “migliori amici” di chi è disposto a dedicargli il proprio tempo, anche solo per qualche ora.

“È l’inizio di un percorso che parte dalla consapevolezza e da varie ricerche condotte, anche dal nostro centro di ricerca a Waltham, sugli animali e sul fondamentale ruolo che possono avere nell’invecchiamento sano e attivo dei senior: in primis, la possibilità di sentirsi utili, creare uno schema e una routine per la vita quotidiana, ridurre la solitudine e la sensazione di isolamento, dare e ricevere affetto – ha spiegato Valentina Menato, Direttore Marketing Petcare di Mars Italia, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto – La partnership con Senior Italia ha proprio l’obiettivo di analizzare le difficoltà e di agire in maniera mirata per offrire soluzioni e opportunità che portino benessere sia agli animali che ai senior”.

“La cosiddetta ‘pet therapy’ è un intervento assistenziale o co-terapeutico (IAA – Interventi Assistiti dagli Animali) che, attraverso relazioni di incontro tra uomo e animale è in grado di supportare, stimolare al cambiamento, favorire una migliore qualità di vita anche in condizioni problematiche della persona – ha affermato la dott.ssa Maria Chiara Catalani, Presidente SISCA (Società Italiana Scienze del Comportamento Animale) – La pet therapy non utilizza l’animale in quanto tale ma i ‘contenuti referenziali’, ovvero specifici contributi al cambiamento che la relazione uomo-animale può suscitare se e quando correttamente dimensionata. Tra questi la capacità di stimolare interesse e il confronto, di catturare le attenzioni, di indurre apertura e relazione. Pet therapy non è, dunque, un semplice incontro spontaneo ma un processo che va opportunamente programmato sulla base delle esigenze della persona, delle sue capacità, delle caratteristiche relazionali di questa, del pet, del mediatore della relazione”.

Cane al canile
I primi canili ad avviare questa collaborazione sono il Parco Canile rifugio di Milano e di Rovereto, il cui Responsabile, Dott. Pierluigi Raffo, ha incontrato direttamente i senior nei loro centri di ritrovo per spiegare il funzionamento del canile e dell’attività di volontariato, il processo di selezione e di “assegnazione” di un animale ad uno specifico volontario, a seconda delle caratteristiche psicofisiche di entrambi.

“La nostra priorità è il benessere e la cura degli animali e accanto a questo, è nostra responsabilità seguire chi lavora a stretto contatto con loro e tutti i volontari in un percorso di accompagnamento nella relazione – ha dichiarato il dott. Pierluigi RaffoEsiste ‘un’affinità elettiva’ anche tra uomo e animale e attraverso il lavoro dei nostri psicologi ed educatori, identifichiamo i cani e i gatti più adatti da affidare ai senior che si rivolgono al centro, per tempi brevi o per l’adozione, così come quelli più adatti in un percorso di attività e terapia assistita dall’animale”.

La collaborazione con Senior Italia e i canili cittadini proseguirà in altre città d’Italia – 2° partner la città di Roma con i Canili rifugio di Muratella e Ponte Marconi (ex Cinodromo).
“Questa partnership rappresenta per noi un progetto molto importante, siamo nati come associazione che protegge e promuove gli interessi degli over 65 nel nostro Paese, è per noi quindi molto importante promuovere progetti che ne favoriscano il benessere. La collaborazione con Mars Italia si sposa perfettamente con la nostra missione e sta già dando importanti risultati – ha commentato Roberto Messina, Presidente di Senior Italia FederAnziani – Siamo sicuri che le nostre forze unite possano realmente incoraggiare la relazione tra animali da compagnia e senior, portando benefici ad entrambi”.

Carmi Mazzucchi

facebookfacebook