HANSEN

Federanziani e Mars Italia promuovono i benefici della relazione tra over 65 e pet

Anziano con cane

ATTUALITA’ – Quanto è importante per un anziano avere la vicinanza di un animale da compagnia? “E’ vitale” – si potrebbe rispondere – perchè nella quasi totalità dei casi fra il compagno a quattro zampe e l’anziano si stabilisce un rapporto speciale e benefico per entrambi che deve essere aiutato, supportato e promosso.

Proprio in quest’ottica nel corso di CosmoSenior, il grande evento di Senior Italia FederAnziani dedicato agli over 65 in corso dal 17 al 19 novembre al Palacongressi di Rimini si è tenuta una tavola rotonda dal titolo “Senior e Pet: analisi e prospettive di un rapporto speciale”.
02.CosmoSenior_MarsItalia
L’incontro, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI), è stato l’occasione per presentare la nuova collaborazione tra Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età fondata nel 2006 con lo scopo di tutelare i diritti e migliorare la qualità della vita delle persone over 65, e Mars Italia, azienda tra i leader nel settore petcare.
Una collaborazione finalizzata a valorizzare e promuovere la relazione tra over 65 e animali domestici e a sviluppare un percorso che possa aiutare i senior a scoprire i tanti benefici che derivano dalla loro compagnia.

Secondo il recente rapporto “Over 65 e Animali da Compagnia” di Senior Italia FederAnziani, nel nostro Paese oltre un senior su due, più precisamente il 55%, possiede un animale, contro il 39% emerso dalla prima ricerca di Senior Italia FederAnziani del 2015.

“Oramai da tempo abbiamo compreso che il possesso di un animale da compagnia è un elemento fondamentale per la prevenzione e il benessere in età geriatrica – ha spiegato il presidente di Senior Italia FederAnziani Roberto Messina. – Basti pensare che camminare anche solo un’ora al giorno con il proprio cane ha molte conseguenze positive: l’abbassamento della pressione, la riduzione del colesterolo, il miglioramento della circolazione sanguigna, la riduzione di perdita ossea, la diminuzione dei valori di glicemia”.

Dati confermati anche dai risultati di diverse ricerche scientifiche condotte dal WALTHAM™ Centre for Pet Nutrition, il centro di ricerca nato oltre 50 anni fa all’interno di Mars e diventato un’autorità mondiale per l’alimentazione e la cura degli animali domestici. Secondo questi studi, prendersi cura di un animale domestico comporta numerosi benefici per la salute delle persone e ha un ruolo significativo nell’invecchiamento sano e attivo.

man-2680910_960_720Gli animali domestici infatti aiutano i senior a raggiungere i 150 minuti di attività fisica consigliati settimanalmente, con una media di 22 minuti di camminata in più ogni giorno rispetto a chi non possiede pet; aiutano inoltre a mantenere alto il livello di mobilità fisica e la capacità di prendersi cura di se stessi, rimanendo indipendenti più a lungo.
Questi studi non solo attestano un miglioramento delle condizioni fisiche degli over 65 grazie alla presenza dei pet, ma anche il grande impatto positivo che questi hanno sul benessere psicologico e sulle relazioni sociali.

“La presenza di un pet offre uno schema per la routine quotidiana, riduce la solitudine e la sensazione di isolamento e aumenta la percezione di sentirsi utili – ha commentato Sandra McCune, Responsabile scientifico del Waltham Centre for Pet Nutrition, presente all’incontro pre presentare i dati sul tema. “Le ricerche ci dicono che, grazie ai nostri animali, aumenta l’interazione sociale e si ampliano le reti di conoscenze: circa il 40% dei proprietari di animali domestici afferma di ricevere un supporto sociale da persone conosciute grazie al proprio animale da compagnia. Inoltre, i dati dimostrano che le città pet friendly sono caratterizzate da migliori relazioni di vicinato, presentano connessioni sociali più salde e aumentano il senso di sicurezza tra le persone.

“Siamo felici di aver avuto l’opportunità di partecipare alla tavola rotonda organizzata da Senior Italia FederAnziani, intervenendo su un tema a noi molto caro come quello del ruolo e dell’importanza degli animali da compagnia nella vita delle persone e degli over 65 in particolare. Numerosi studi confermano i vantaggi per la salute, per il benessere psicologico, per le relazioni sociali che derivano dalla presenza quotidiana di un animale domestico nella nostra vita. Come Mars, non solo riconosciamo questo valore, ma da sempre ci impegniamo concretamente per rendere, a nostra volta, il mondo un posto migliore per gli animali – ha commentato Bettina Pieri, Corporate Affairs Director di Mars Italia. – Abbiamo deciso di intraprendere questa nuova collaborazione con Senior Italia FederAnziani e vogliamo lavorare insieme per aiutare i senior a sviluppare una migliore relazione con gli animali domestici e, al contempo, promuovere il miglioramento della vita degli animali che vivono con loro”.

Mars Italia è una realtà aziendale da sempre impegnata in numerosi progetti volti a favorire e valorizzare la relazione tra l’uomo e gli animali da compagnia e a tutelare il loro benessere e collabora con le più accreditate associazioni nazionali per promuovere iniziative di informazione, educazione e sensibilizzazione. Tra le più note, il World Animal Day, la Giornata Mondiale degli animali, che promuove progetti di pet therapy nelle scuole e il “Mese dell’igiene orale del cane e del gatto”, la campagna in collaborazione con SIODOCOV (Società Italiana di Odontostomatologia Veterinaria).

facebookfacebook