HANSEN

Eliminare la Rabbia: Boehringer Ingelheim unisce le forze con partner in tutto il mondo

RS1279_UBS_P2_0564

SALUTE – In occasione della Giornata Mondiale contro la Rabbia che dal 2007 si celebra il 28 settembre di ogni anno, Boehringer Ingelheim, il maggior fornitore mondiale di vaccini veterinari antirabbici, unisce le proprie forze con quelle di veterinari, proprietari di animali domestici, organizzazioni governative e non-governative di tutto il mondo, per un’opera di sensibilizzazione sulla necessità di adottare pratiche preventive contro questa malattia e mettere in luce la seria minaccia che la stessa rappresenta sia per la salute animale, sia umana in molte parti del mondo.

La Rabbia, a tutt’oggi, è ancora endemica in oltre 150 Paesi e aree geografiche. Ogni anno, nel mondo, muoiono circa 59.000 persone dopo essere stati morsi da un cane infetto, di cui oltre il 99% in Asia e in Africa. Il 60% dei morsi di cane e della mortalità per Rabbia riguarda i minori sotto i 15 anni.
I cani stessi sono tra le prime vittime: ne vengono uccisi milioni, ogni anno, nel maldestro tentativo di contenere la malattia.
Nel 99,9% dei casi la Rabbia è mortale, ma è anche una malattia che si può prevenire al 100%. Vaccinando i cani si proteggono gli animali stessi e se ne impedisce la trasmissione all’essere umano. Eppure, nonostante esistano soluzioni efficaci, dal costo relativamente contenuto per controllare la Rabbia negli animali, esseri umani e animali continuano a morire a causa di questa malattia, che causa gravissimi e progressivi sintomi neurologici.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), con una copertura vaccinale di almeno il 70% della popolazione canina mondiale si potrebbe eliminare la mortalità umana dovuta alla rabbia.

La prima Giornata Mondiale contro la Rabbia risale al 2007, e come data, è stato scelto il 28 settembre, anniversario della morte di Louis Pasteur, lo scienziato che ha realizzato il primo vaccino antirabbico e gettato le basi per la sua prevenzione. Da allora la giornata si celebra ogni anno su iniziativa della GARC, Global Alliance for Rabies Control, Alleanza Mondiale per il Controllo della Rabbia, allo scopo di offrire l’opportunità alle persone di tutto il mondo di unirsi per la prevenzione di questa malattia. Dalla prima edizione l’iniziativa è cresciuta, anno dopo anno, con centinaia di migliaia di persone che lavorano all’organizzazione.
La GARC è un’importante organizzazione no-profit che punta a eliminare la mortalità da Rabbia trasmessa dai cani entro il 2030, collaborando insieme a governi, veterinari, esperti di salute pubblica e in ambito formativo, per cambiare le politiche e sviluppare capacità per eliminare la Rabbia dalle aree più colpite da questa malattia.

In Italia Boehringer Ingelheim distribuisce da anni il Vaccino leader di mercato contro la Rabbia e ha collaborato con le Autorità Sanitarie Italiane per eradicare i focolai creatisi alcuni anni fa in Friuli.

facebookfacebook