Maxi Zoo: impegno, competenza e vincente strategia di business

ECONOMIA – Sono stati dieci anni di crescita costante per Maxi Zoo, parte italiana del gruppo tedesco Fressnapf, la più grande catena retail europea dedicata ad alimenti e accessori per animali, e il 2016 è stato un anno da record, registrando un fatturato di 90,5 milioni di euro, +21% rispetto al 2015.
Il numero dei punti vendita a dicembre 2016 ha raggiunto i 75 sul territorio (nel 2015 erano 60), con 530 collaboratori, crescendo del 15% rispetto all’anno precedente. Risultati ottenuti grazie al rilevante aumento di investimenti intrapresi, che hanno raggiunto i 5 milioni di euro (+40% rispetto al 2015). La quota di private label ha raggiunto il 43% con un balzo di 5 punti percentuali in confronto all’anno 2015.
Ora l’azienda, che ha annunciato alla stampa i nuovi piani di business per il triennio 2017/2020, si appresta ad affrontare un futuro particolarmente sfidante, concentrando la propria strategia su espansione, Store 2.0, marchi esclusivi, e-Commerce e programma CRM.

Gli obiettivi più importanti per Maxi Zoo sul mercato italiano riguarderanno prima di tutto i punti vendita: l’azienda prevede infatti di raggiungere i 250 negozi nel 2020. Inoltre entro fine estate introdurrà i Future Store 2.0, il nuovo concept di punto vendita in grado di semplificare gli acquisti e agevolare i flussi dei clienti, aumentare l’interesse durante la visita negli store, dare maggior risalto ai nuovi trend di consumo, come i prodotti no-food e gli snack, e preparare lo store alla cross-canalità.
Marco Premoli
“Raggiungere i 250 punti vendita, migliorando costantemente l’esperienza d’acquisto dei nostri clienti, è la grande sfida che ci siamo posti per questo triennio” commenta Marco Premoli, CEO di Maxi Zoo Italia “L’Italia, insieme a Francia e Polonia, fa parte dei paesi europei su cui il Gruppo Fressnapf intende focalizzare la propria espansione, oltre all’impiego di risorse e talenti”.

L’offerta di Maxi Zoo, con più di 8.000 prodotti dedicati agli animali domestici (cani, gatti, uccelli, roditori, pesci e rettili), fra alimenti, accessori, giochi e prodotti per la sicurezza dei 13 marchi esclusivi e dei fornitori leader del mercato, è ricca ed esaustiva per ogni loro esigenza, copre tutte le fasce prezzo (dal primo prezzo alla fascia super premium) e ne garantisce il rispetto di rigorosi standard sanitari ed etici.
Ampia anche l’offerta dei servizi forniti da ogni store, a cominciare dall’ampio parcheggio esterno riservato ai clienti, all’entrata libera anche per i quattrozampe che possono approfittare di un Pit Stop con acqua fresca e cibo di ottima qualità; incisione di medagliette, bilancia per cani, un vastissimo assortimento di offerte e promozioni tutto l’anno, una bacheca di pet annunci, una donation box dove i clienti possono lasciare alimenti di prima necessità da devolvere alle principali associazioni Onlus locali del settore con le quali Maxi Zoo collabora costantemente; non da meno il servizio svolto dallo staff di aiuto ai clienti nel caricare in auto gli acquisti più pesanti.
Maxi Zoo in store_competenza
Oltre al grande assortimento ciò che colpisce subito quando si entra in uno store Maxi Zoo è la competenza e la dedizione dei suoi professionisti interni.Tutto il personale viene formato alla Maxi Zoo Academy per essere in grado di fornire ogni tipo di suggerimento relativo alla cura e al benessere degli animali. “Un programma di formazione che non ha uguali, un vero fiore all’occhiello” – dicono i portavoce dell’azienda – “messo a punto dal Gruppo Fressnapf per tutti i dipendenti dei quasi 1.400 punti vendita in Europa, che coinvolge veterinari e psicologi e prevede, oltre all’affiancamento con colleghi esperti, programmi di e-learning e 15 giornate all’anno di sessioni in aula.”

Altro punto focale della strategia per il triennio 2017-2020 saranno i marchi esclusivi – ha spiegato alla stampa Stefano Capponi, Marketing Manager di Maxi Zoo Italia – “con l’obiettivo per Maxi Zoo Italia di raggiungere quota 55% del fatturato, un aumento di più di 10 punti percentuali rispetto al 2016. Mentre e-Commerce e strategia CRM fanno parte degli intenti più a breve termine”. – ha concluso Capponi – “Lo shop online sarà il cardine della strategia cross-channel per tutta l’Europa, il Gruppo Fressnapf sta infatti testando un proprio sistema di e-Commerce che potrà essere declinato e applicato ai diversi paesi europei. Stessa strategia verrà applicata al Loyalty Program, che permetterà la massima personalizzazione in ogni paese e integrerà il pagamento con punti fedeltà, le scontistiche dedicate e le attività di charity che già fanno parte delle attività di Maxi Zoo in Italia”.

Nato in Germania nel 1990, oggi il Gruppo Fressnapf è attivo con quasi 1.400 punti vendita e 11.000 dipendenti in tutta Europa con un fatturato che nel 2016 ha raggiunto 1,86 miliardi di euro.
Cane e gatto Maxi zoo

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.