Oggi si festeggia la Giornata Mondiale dei cani in ufficio

ATTUALITA’/LIFE STYLE – Lavorare tenendo accanto a sé il proprio cane è oggi una realtà anche in Italia?

Secondo una ricerca realizzata da Millward Brown2 per PURINA sulla propensione delle aziende italiane ad adottare iniziative che promuovono la presenza di animali da compagnia nei luoghi di lavoro, “un’azienda su due è propensa ad avere in ufficio i cani dei dipendenti per alleviare lo stress e migliorare le relazioni”.

Peccato che in Italia siano solo il 15% delle aziende a conoscere programmi che promuovano la presenza dei cani in ufficio; di queste il 46% dichiara un interesse ad attivare progetti che coinvolgano gli animali da compagnia all’interno dei luoghi di lavoro e, tra quelle che invece hanno già aderito da almeno due anni a tali iniziative di welfare aziendale, il 100% si dichiara pienamente soddisfatto, grazie ad un aumento della conciliazione tra lavoro e vita privata, un aumento della socializzazione tra i dipendenti e della motivazione. In particolar modo sono le aziende più piccole (con meno di 200 dipendenti) quelle che nel nostro Paese si dimostrano maggiormente interessate.

L’amore per gli animali è la leva principale (67%) che spinge all’adesione a questo tipo di progetti e numerosi sono i vantaggi evidenziati dalle aziende intervistate: possibilità di conciliare lavoro e vita privata (36%), un aumento della socializzazione tra i dipendenti (31%) e della motivazione (26%).
Le motivazioni che invece impediscono alle aziende interessate di realizzare concretamente dei progetti ci sono al primo posto la mancanza di spazi adeguati (48%), problematiche di igiene (38%), presenza di allergie tra le persone (30%) e vincoli legislativi (14%).

PURINA (Gruppo Nestlè), azienda di riferimento del settore Petcare, celebra il 23 giugno da 4 anni consecutivi la Giornata Mondiale dei Cani in Ufficio con il progetto Pets@work che si inserisce nell’ambito delle iniziative di welfare aziendale implementate dall’azienda.

Con Pets@work, infatti, Purina desidera sensibilizzare anche altre aziende ad adottare politiche di work-life balance che soddisfino le esigenze dei dipendenti di un giusto equilibrio tra vita professionale e privata e aiutino a ridurre lo stress lavorativo delle persone. Purina, inoltre, si rende disponibile a tutte le aziende che intendano implementare progetti che prevedono la presenza dei cani in ufficio fornendo loro consulenza e indicazioni pratiche sul come fare: sul sito di Purina, nella sezione cani in ufficio è possibile trovare tutte le informazioni utili e un vero e proprio toolkit per dar vita ad un programma ed entrare a far parte della Pets at work Alliance.
Marco Travaglia di Purina
“In PURINA crediamo fermamente che le persone e gli animali domestici stiano meglio insieme” spiega Marco Travaglia, Direttore Generale di Purina Sud Europa (nella foto). “Il nostro progetto Pets@work vuole essere ancora una volta una testimonianza di come il welfare aziendale possa essere costruito anche attraverso questo genere di iniziative che portano benefici significativi ai dipendenti, non solo per coloro che possiedono un cane ma anche per tutti gli altri che vengono stimolati ad una miglior relazione interpersonale. E i benefici sono anche per l’azienda che rileva una maggior produttività delle persone grazie ad un aumento della collaborazione e a una riduzione dello stress. Per questo mettiamo il nostro know-how e la nostra esperienza a disposizione delle aziende che vogliono avviare questo percorso”.

Recenti studi di alcune Università americane hanno scientificamente provato i benefici portati dalla presenza del cane in ufficio.
Uno studio condotto dalla Miami University teorizza che avere un animale sul luogo di lavoro renda i loro proprietari più felici, più sani, con una maggior autostima e meno depressi di chi invece non possiede animali.
La riduzione dello stress come effetto della presenza del proprio cane sul posto di lavoro è stata testimoniata invece da uno studio condotto dall’Università della Virginia Commonwealth.
Un’ulteriore ricerca condotta nel 2015 da Purina in collaborazione con il Mississippi State University College of Veterinary Medicine ha evidenziato come la presenza degli animali domestici sul posto di lavoro abbiano come effetti minor stress, maggior produttività, soddisfazione professionale e spirito di collaborazione tra i dipendenti che si traducono in un generale aumento del benessere sul posto di lavoro.

Ovviamente il benessere fra uomo e cane deve essere reciproco. Le iniziative che prevedono la presenza del cane in ufficio, come Pets@work, devono garantire anche all’animale condizioni ideali per trovarsi a suo agio. E’ quindi opportuno che le aziende considerino tutti gli aspetti che questi progetti comportano affinché siano realmente un beneficio per tutti i dipendenti.
Purina_PetsatWork2_
“Per realizzare al meglio e con successo progetti di welfare aziendali che prevedono la presenza del cane in ufficio insieme al suo proprietario, è fondamentale conoscere molto bene le esigenze e le caratteristiche sia dell’animale che delle persone perché tutti ne possano trarre beneficio” spiega Clara Palestrini, medico veterinario, ricercatrice presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano. “Conoscere le regole della corretta gestione del cane e i modi più appropriati per relazionarsi con loro è l’approccio corretto da tenere”.

Con il progetto Pets@work, Purina mette a disposizione dei dipendenti la possibilità di partecipare a una speciale sessione di esami di “Patentino del Buon Conduttore Cinofilo” ed ottenere il riconoscimento che viene assegnato a tutte quelle persone che dimostrano, con il superamento dell’esame, una buona educazione cinofila, nonché una sufficiente capacità di gestire i comportamenti del proprio cane in un ambiente urbano o in una comunità. In Purina, solo con il patentino si viene autorizzati a portare il proprio pet in ufficio garantendo in tal modo a tutti i dipendenti la miglior gestione della presenza del cane sul posto di lavoro.

facebookfacebook

Comments are closed.