HANSEN

ENCI WINNER 2017, l’ENCI è il primo vincitore

image003

EVENTI – Si, non solo i cani più belli al mondo hanno vinto! Anche lo stesso ENCI, l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, continua a vincere in tanti modi e con la manifestazione cinofila ENCI WINNER 2017 appena conclusa a Milano, è sicuramente il primo vincitore. Come organizzatore ovviamente!

Ha vinto prestigiosamente due anni fa con il World Dog Show 2015 confermando in ambito internazionale il livello raggiunto dall’intero sistema cinofilo italiano. Ha vinto ora organizzando ENCI WINNER 2017, grande manifestazione cinofila di tre giorni svoltasi lo scorso weekend 16/17/18 giugno 2017 al Polo Fieristico Milanese di RHO, evento culmine di un’altro progetto ENCI, la settimana del cane a Milano, che l’Ente ha voluto dedicare ai cani in generale nel loro più splendido ruolo di compagni di vita.
image001Sette giorni in cui Enci, grazie anche al Patrocinio di Regione Lombardia, del Comune di Milano e del Municipio 1 Centro Storico, ha portato la cinofilia nei parchi e nelle strade milanesi, in mezzo alla gente, offrendo consulenze gratuite, consigli sull’educazione, incontri con i massimi esperti, dimostrazioni di sport (agility, cinabro, disc dog, dog dance e così via…) e di utilità (unità di soccorso della protezione civile, polizia, cani guida) per mostrare a tutti la centralità del cane nella società in cui viviamo, sia come compagno d’affezione, sia come compagno di divertimento, di lavoro o di mutuo soccorso.
image002
Con il progetto ENCI WINNER, l’Ente Cinofilo Italiano ha voluto intraprendere un percorso d’investimento teso alla crescita di tutti i settori della cinofilia italiana e anche al suo riposizionamento istituzionale recuperando una serie di attività per troppi anni delegate ad altri.

ENCI WINNER 2017 è stato un successo anche con i numeri: 8mila cani iscritti, provenienti da tutto il mondo: Italia e Europa ovviamente in testa, ma anche da paesi lontani come Russia, Messico, Thailandia e Panama. Si sono potute ammirare 350 razze canine delle 450 riconosciute.
La tre giorni canina è stata inaugurata venerdì 16 giugno con ENCI WINNER SHOW, la 51esima Esposizione Internazionale di Milano che ha visto la bellezza di 3033 cani iscritti: Italia con 2522 soggetti, seguita da Russia con 95 cani iscritti, dalla Francia con 78 e non hanno voluto mancare neppure cani provenienti da allevatori delle Filippine, Messico e Zimbabwe. Il gruppo più rappresentativo è stato il Gruppo 2: cani tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e Bovari Svizzeri con 665 cani iscritti e all’interno con la razza del Dogo argentino rappresentata da 40 soggetti.
In generale però il Golden Retriever è stato il più rappresentato con 98 soggetti iscritti, davanti a Labrador (80), American Staffordshire Terrier (68) Weimaraner a pelo corto (51) e Akita (48).
Molto ben rappresentati anche il gruppo 9 con 470 cani da compagnia e il gruppo 3 con 362 Terrier.
158_1987Trionfo per l’allevamento italiano con: Lhasa Apso Standing Room Only dell’Alberico di proprietà di Lara D’Amore; alle sue spalle Lobo Designi, Cocker Americano di proprietà dell’Allevamento Designi, al terzo posto Thor del Wanhelsing, bassotto nano a pelo duro (prop. Silvestro Debora). Una grande conquista per l’allevamento italiano che si è confrontato con ben 48 nazioni.

Domenica 18 giugno è stato il giorno della Mediterranean Winner, Esposizione internazionale che ogni anno viene ospitata da un Paese che si affaccia sul Mar Mediterraneo, e che l’ENCI è stata orgogliosa di accogliere in Italia quest’anno, includendola nell’ENCI WINNER SHOW.
Bis-10102042 cani iscritti, 43 nazioni presenti di cui l’Italia con 1602 soggetti e 2 cani sul podio finale. Infatti vince il titolo di “Mediterranean Winner”, Thor Wanhlesing, Bassotto nano a pelo duro di Debora Silvestro; secondo posto al Labrador Retriever Nora Iceflower of Finnwoods di Franco Barberi; al terzo posto è salito lo Spitz Nano, Tokio Too Good To Be True, appartenente al Thailandese Mr. Tangkaravakun Chaivat.
Bis-1527Bis-1097
L’obiettivo Enci per la tre giorni ENCI WINNER era proprio quello di diventare fin da subito il punto di riferimento delle verifiche morfologiche italiane e il modello organizzativo verso il quale le nostre esposizioni devono potersi orientare. Le novità più importanti di questo modello organizzativo sono: l’iscrizione dei cani attraverso un programma che si interfaccia direttamente con il Libro genealogico, la gestione informatizzata dei ring di giudizio e del ring d’onore e la ricerca di una location che possa garantire ampi spazi e collocazione confortevole per cani e persone. Dovere dell’Ente è segnare la strada, perché la corretta selezione del cane di razza non può che passare attraverso verifiche zootecniche che consentano ai soggetti iscritti di esprimere realmente le proprie potenzialità e agli esperti giudici di valutare i soggetti nelle migliori condizioni possibili.

“Il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, per noi davvero importante, ha dichiarato Dino Muto, Presidente Enci, ha suggellato l’alto livello tecnico della manifestazione e il riconosciuto valore della selezione dell’allevamento italiano”.
“Durante la manifestazione ci sono stati importanti momenti di confronto con i vertici della FCI, la Federation Cynologique Internationale, con i membri dei suoi comitati, con i prestigiosi giudici internazionali presenti, raccogliendo una favorevole disposizione verso l’ENCI e la cinofilia italiana che prima del WDS 2015 non era neppure pensabile. Non si tratta di semplici complimenti che possono fare piacere” – ha continuato Dino Muto – “ma che lasciano il tempo che trovano, ma di aperture verso il sistema ENCI. Sta a noi continuare su questa strada, migliorandoci già a partire dall’edizione 2018 del WINNER, per posizionarci come la più importante Esposizione di un Kennel Club aderente alla FCI. Perché questo è il nostro obiettivo, inutile nasconderlo, ed è lì che, tutti assieme, dobbiamo arrivare”.

facebookfacebook