HANSEN

All’Esposizione Mondiale Felina di Venezia vince Malattodolls Swaroski con il titolo di “gatto più bello del mondo”

Malattodolls S.

EVENTI – Si è conclusa con un patto anti-topi, l’Esposizione Internazionale Felina che ha celebrato nello scorso weekend, a Venezia, la sua sesta edizione.
A stringere alleanza gli “aristogatti” in gara e i gatti di strada rappresentati dall’Associazione locale “I mici del Forte”, che ogni giorno sfama 180 gatti randagi. Grazie alla sua presenza all’evento e all’aiuto dell’organizzazione, del main sponsor Pro Life e dei visitatori, l’associazione ha annunciato di aver ricevuto donazioni utili per 150 chilogrammi di cibo che consentiranno ai gatti bisognosi di proseguire la loro lotta contro i temibili roditori.

Grande l’afflusso di pubblico con tantissimi visitatori mascherati, che approfittando dello sconto annunciato per chi si sarebbe presentato travestito arrivava con le maschere più strane formando quindi un allegro mondo variopinto e un pochino surreale di gatti e carnevale.

Sulla passerella di Venezia sono stati 230 i gatti arrivati da tutta Italia: gli splendidi e maestosi Maine Coon, i fulvi Somali dagli occhi verdi, i regali Norvegesi delle Foreste, i buffi Scottish Fold con le orecchie ripiegate, gli imbronciati Persiani, gli altezzosi Thai e tantissime altre razze, che si pavoneggiavano di fronte a un folto numero di bambini che tifava entusiasta sotto il palco per il gatto preferito.
Protagonista della giornata di ieri è stato Malattodolls Swaroski di Stefano Patricelli di Napoli. Il Ragdoll, età 3 anni, si è aggiudicato il prestigioso premio di “gatto più bello del mondo” per la seconda categoria assegnato da una giuria internazionale.

facebookfacebook