Halloween: anche topi, ragni e scarafaggi ballano

LIFE STYLE – Halloween, la festa più spaventosa dell’anno, è alle porte e anche ratti, topi, scarafaggi e ragni – complice l’autunno e l’arrivo della stagione fredda – si rifugiano nelle case per celebrare questa festa.

Ragni e ratti sono da sempre considerati amici delle streghe e associati a nefasti presagi, ma la credenza popolare ci insegna che possono anche favorire la buona sorte.

In particolare la comune superstizione ritiene che i ragni possano preannunciare un guadagno inatteso e, se calpestati, favorire l’arrivo di un temporale ristoratore per terre aride e inospitali.

E ancora, se un ragno bianco decide di costruire la propria ragnatela sopra un letto, chi ci dormirà verrà baciato dalla fortuna. Diverso il caso del ragno nero che, anche per le culture più ottimiste, resta sempre un animale del malaugurio.

C’è chi si spinge addirittura a dire che, in caso di febbre, un buon ragno insieme ad un cucchiaio di sciroppo sarà un rimedio di sicura e pronta guarigione.

Una credenza popolare, infine, sostiene che i ragni non amino particolarmente le castagne e le noci. E se a festeggiare Halloween in casa fossero invece ratti e topi, attenzione al burro di arachidi (e molto meno al formaggio!) di cui questi roditori sono ghiotti; mentre poco gradite ai topi sono le piante di camomilla e di menta piperita.

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.