HANSEN

Global Pet Expo e Zoomark
Il made in Italy sbarca negli USA

pop_up

ECONOMIA – Il “made in Italy” ha esportato il proprio successo al Global Pet Expo, la più grande fiera annuale sulla pet industry. L’evento, che ha avuto luogo a Orlando (Florida, USA), ha fatto registrare risultati strabilianti: 1.087 espositori, che hanno presentato oltre 3.000 nuovi prodotti a 15.478 visitatori, di cui 6.710 acquirenti internazionali.

In vista della prossima edizione, prevista a Bologna dall’11 al 14 maggio 2017, Zoomark ha partecipato all’evento con la creazione del “Padiglione del Made in Italy”, una collettiva di dieci aziende italiane che ha suscitato un grande interesse da parte di buyer e visitatori da tutto il mondo, semplificando così il lancio dei prodotti e dei marchi a livello globale.

Un’esperienza certamente da ripetere, siamo soddisfatti dei risultati”, sottolineano i rappresentanti di Agras Delic. “Molte sono le aziende che hanno richiesto entusiaste l’inizio di una collaborazione commerciale”, spiega la IV San Bernard, a cui fanno eco Mugue che si dice “soddisfatta dei contatti, che si prospettano molto interessanti” e PetitAmis che sottolinea “la buona organizzazione e la buona qualità del contatti“. La partecipazione italiana al Global Pet Expo ha anche rappresentato l’occasione, come spiegano alla Chemi-Vit, per “verificare e valutare il mercato americano e internazionale”, oltre che per “comprendere la mentalità nei confronti dei prodotti europei” secondo Dorado e dunque per “ampliare enormemente i nostri orizzonti” sottolinea Officinalis. Molto buona è stata la risposta ai prodotti italiani. “Hanno riscosso un buon successo”, confermano alla 2G Pet Food, perché nel mercato americano, spiegano all’IMAC, “mancano prodotti con la peculiarità ed unicità italiana in termini di design e qualità” e anche perché, secondo Oceanlife, i buyer presenti “hanno dichiarato di non riuscire a trovare alternative di pari pregio all’interno dei loro mercati”.
b3045176090b4f4fa6452446847f57b3
La soddisfazione delle dieci aziende italiane che hanno partecipato al Global Pet Expo è anche la nostra!”, sottolinea Marco Momoli, direttore Business Unit Italia di BolognaFiere. “La presenza con collettive italiane nei maggiori eventi mondiali dedicati alla pet industry è una strategia che intendiamo confermare ed anzi ampliare, in vista del prossimo appuntamento di Zoomark International 2017 a Bologna”.

Ora non resta che aspettare la prossima primavera, per andare a Bologna scoprire le novità del settore pet italiano.

Umberto Mongiardini

facebookfacebook