HANSEN

La pulizia del cane e del gatto

c700x420

BELLEZZA E IGIENE – Mantenere i nostri cani e gatti in uno stato di perfetta pulizia, non sempre è semplice, ma è fondamentale per assicurare loro, e a noi stessi, il mantenimento di elevati livelli di igiene che sono essenziali per restare in salute.

Al giorno d’oggi sono presenti più modalità per prendersi cura dell’igiene dei nostri amici, ricorrendo ad esempio ai negozi di toelettatura specializzati, anche se occuparci dell’igiene in prima persona, rimane ancora la metodologia più praticata.

È ovvio che cani e gatti non possano pulirsi le orecchie o lavarsi i denti da soli, quindi un nostro intervento, su base regolare, è fondamentale per garantire un buon standard di vita.

Eccovi alcuni consigli sulla procedure da adottare. Per il bagno generale dell’animale riempire con acqua tiepida la vasca da bagno, o una tinozza abbastanza grande. Una volta dentro la vasca, il cane o il gatto, dovrà essere lavato con un detergente specifico per il proprio pelo, facendo particolare attenzione agli occhi.

Per quanto riguarda l’asciugatura, è ottimale l’utilizzo di panni morbidi e, nella stagione più rigida, anche l’utilizzo di un asciugacapelli possibilmente impostando la modalità silenzioso. In estate, invece, se si dispone di un giardino, è possibile far asciugare il pelo anche al sole.
Dopo l’asciugatura, e comunque molto spesso durante la settimana, è consigliato spazzolare cani e gatti, in modo da mantenere il loro manto privo di nodi.

Con quale frequenza dobbiamo lavare i nostri animali? Un cane, dipendentemente dal tipo di pelo e della sua lunghezza, dovrebbe essere lavato in media ogni due/tre mesi. Questo intervallo di tempo è utile a non danneggiare la pelle, che produce piccole quantità di sebo che sono funzionali alla protezione dagli agenti esterni. Per i gatti e solo se fosse decisamente necessario la cadenza per i bagni deve essere circa ogni mese. Normalmente il gatto si lava da solo ma ci possono essere delle situazioni che richiedono il suo lavaggio. Qui le soluzioni possono essere diverse. Oltre ad utilizzare shampoo specifici per i bagni in acqua, si può ricorrere a shampoo secchi e salviettine umidificate, che possono essere adoperati su base settimanale.

epi-otic
Consigliamo inoltre attenzione e accuratezza nella pulizia dell’apparato auricolare. Un’igiene regolare del condotto uditivo consente di prevenire infezioni e individuare la presenza di corpi estranei, come ad esempio le spighe nella stagione estiva.

Queste cure dovrebbero essere praticate con un detergente auricolare specifico, come ad esempio Epi-Otic di Virbac, una soluzione detergente specificatamente studiata per la prevenzione e il controllo dell’otite esterna del cane e del gatto. Grazie alle sue proprietà detergenti, Epi-Otic elimina i residui cellulari e scioglie il cerume in eccesso, oltre a mantenere asciutto il condotto uditivo.

Inoltre è facile da usare. Basta introdurre nelle orecchie dell’animale una buona quantità di detergente e massaggiare la base dell’orecchio per far penetrare bene il prodotto. La Virbac consiglia di utilizzarlo regolarmente 1-2 volte alla settimana.

Umberto Mongiardini

facebookfacebook