A Londra saranno i piccioni a rilevare l’inquinamento atmosferico

CRONACA – Il piccione, animale non sempre amato da molti, è al centro di un nuovo progetto che mira a monitorare la qualità dell’aria nei cieli di Londra.

L’iniziativa si chiama “Pigeons air patrol”, è stata ideata dall’Imperial College di Londra insieme all’azienda high-tech Plume Labs e punta a promuovere la responsabilità ecologica tra gli abitanti della City. I sei piccioni da competizione utilizzati per l’esperimento, attentamente addestrati, sono muniti di uno zainetto da 25 grammi che rileva la percentuale di biossido d’azoto, composti organici volatili e ozono nell’aria e un sensore GPS che ne traccia la posizione.

I cittadini interessati a tenere d’occhio la qualità dell’aria che respirano, potranno consultare i dati elaborati dal processore contenuto all’interno dello zainetto indossato dai volatili. Per farlo, basta accedere al sito http://www.pigeonairpatrol.com/.

Questi volatili, che riescono a volare ad una velocità media di circa 80 chilometri orari e a quote relativamente basse, sono ideali allo scopo di rilevare gli agenti inquinanti nell’atmosfera. Per assicurare ai piccioni un sano svolgimento dell’innovativo mestiere, è stata messa a loro disposizione un’intera equipe di veterinari specializzati.

La ricercatrice Audrey de Nazelle, del Centro per la Politica Ambientale presso l’Imperial College, ha affermato che “in questo modo, possiamo capire l’inquinamento dell’aria della città in grande dettaglio, dove trovano i punti a maggior inquinamento e quali soluzioni di urban design adottare per ridurre l’esposizione agli inquinanti”.

De Nazelle ha posto l’enfasi anche sull’aspetto più individuale delle questione, augurandosi che “le persone riflettano di più sul proprio contributo e sull’esposizione all’inquinamento atmosferico, e quali sono le implicazioni per la salute del comportamento di ciascuno”.
Umberto Mongiardini

FacebookFacebook

Comments are closed.

Animal Glamour is produced by the micropublishing division of Hansen Worldwide srl, Milan, Italy.
Published in the USA. All rights reserved. © 2006-2021
Other trademarks and copyrighted materials may belong to their respective owners.