HANSEN

Il maiale non fa la rivoluzione

MaialeRivoluzione.ai

EDITORIA – E’ in uscita il libro di Leonardo Caffo “Il maiale non fa la rivoluzione” – Manifesto di un antispecismo debole.
Si tratta del saggio di un giovane filosofo che guida il lettore a ragionare sull’ingiustizia con cui trattiamo e consideriamo gli altri animali.
Perché il solo nascere di un’altra specie deve significare la condanna a morte o lo sfruttamento?
Ogni giorno, esclusivamente a scopo alimentare uccidiamo milioni di animali di grossa taglia, che diventano 50 miliardi in un anno.
Gli animali vengono mangiati, indossati, usati per la ricerca scientifica o, se fortunati, messi dietro le sbarre di uno zoo oppure esposti alla berlina in un circo. Chi ignora tutto questo forse è felice e inconsapevole: vive pensando che i peggiori dei mali siano oggi superati e che, nonostante tutto, la nostra vita sia una vita innanzitutto morale. Per capire cosa ne è, oggi, di tutto questo dolore bisogna scrivere non da animalisti, ma da animali.
La domanda che guida questo saggio diventa dunque: Che cosa penserebbe un maiale se avesse avuto la possibilità di indicarci la strada per quella rivoluzione che è la sua liberazione – ovvero la liberazione animale?
Edizioni Sonda.

***

“Il maiale non fa la rivoluzione” – that is, “Pigs Don’t Revolt.” We understand that this curious book, by Italian political philosopher Leonardo Caffo, answers the unusual rhetorical question: “What would pigs have to tell us about how to conduct the revolution that would give them their freedom?”. It is unfortunately not available in English.

facebookfacebook